Vendita vino online su Xtrawine
Colchagua Valley

Colchagua Valley

(Cile)

La valle Colchagua, in Cile, è tradizionalmente, in lingua mapuche, definita come "il posto dove nidifica l'Huala", che è l'uccello sacro per la popolazione. La coltivazione della vite fu introdotta dai missionari cileni nel 1550 circa: Colchagua Valley è diventata negli anni '90 consorzio protetto per la produzione di vino di eccellenza.
La valle, racchiusa nei suoi lembi fra le Ande, è caratterizzata da un clima mediterraneo, con temperatura media 4-12°C in inverno e 12-28 °C in estate. La Conchagua Valley è caratterizzata da un clima caldo, che è ottimale per la produzione di vini come il Merlot ed il Cabernet Sauvignon. La notevole disponibilità di acqua, ricavata dalla neve che si scioglie dalle montagnee che viene abilmente canalizzata dai coltivatori, contribuisce ad ottenere uve di ottima qualità, perchè garantisce il dosaggio ottimale di nutrimento alla pianta. Il suolo è ricco di minerali, che conferiscono alla pianta nutrimento e forza, mentre le montagne schermano il vento eccessivo, che potrebbe provocare danni.
Il 75% della produzione della Colchagua Valley è di Cabernet Sauvignon, seguito poi dallo Chardonnay e dai bianchi, prodotti come Sauvignon Blanc. Alcuni vini bianchi vengono prodotti con uva Sauvignon Vert o Savignonasse, o, a volte, uve Merlot, cha danno un maggior grado di sapidità al vino. La valle del Colchagua fa parte di una zona più ampia, definita regione Aconcagua, che ha ottenuto nel 2004 un plauso internazionale, con il riconoscimento come miglior vino del mondo di un vino cileno, da parte della rivista Wine Spectator. Questo ha consacrato la zona come zona di primaria importanza per la produzione vitivinicola di uve a bacca rossa.

Immagini Colchagua Valley

Cartina

Vendita vini colchagua valley

Colchagua Valley

Informazioni su Colchagua Valley

Regione
Colchagua Valley
Nazione
Cile
Ettari di vigneto
1.421
Clima e terreno
La nota valle Colchagua racchiude i distretti di San Fernando, Nancagua, Chimbarongo, Marchigüe e Alpata. In Cile i terreni possono variare molto anche all’interno di zone ridotte come Colchagua: qui i terreni argillosi adatti a merlot si affiancano al tipico suolo misto cileno composto da limo, calcare e sabbia e ad alcuni terreni di origine vulcanica. Tra i prodotti di Cachapoal che si stanno gradualmente affermando ci sono le miscele di bianche o rossi come l’Anakena Ona.
Storia
Furono a conquistatori spagnoli i primi a coltivare la vigna in Sud America e questa fu, forse, la loro unica buona azione. Probabilmente i primi vigneti furono piantati per soddisfare la propria sete, prima in Cile nel 1548 e, poi, in Argentina nel 1551. Già nel ‘500, Francisco Carabantes piantava vigneti vicino alla città di Concepción, sulla costa della parte centrale del paese. Si trattava di un vitigno di qualità piuttosto mediocre, País, che i conquistadores avevano portato con sé dalla Spagna. Probabilmente, è lo stesso vitigno che in Argentina viene chiamato Criolla e, in California, Mission. Tra il 1600 e il 1700, lo sviluppo della viticoltura fu rapido, assumendo grandi proporzioni. Dopo la liberazione dalla Spagna, nel 1850, s’importarono delle talee da Bordeaux, e grazie al fatto che questo avvenne prima che fillossera infettasse i vigneti europei, il Cile è oggi uno dei pochi paesi del mondo che non furono colpiti dall’afide. Inoltre, protetta dalle Ande est, dal deserto caldissimo e sabbioso a nord, l’Antartide a sud e l’oceano Pacifico a ovest, il Cile non corre neanche in futuro il rischio di essere infettato dalla fillossera. Le viti, infestate su piede franco, sono più longeve di quelle innestate su piede americano.
Piatti tipici
Se la patata è regina indiscussa, non scherzano gli altri prodotti della terra come la manioca, di cui si mangia il tubero, e naturalmente i pomodori. Benché alla base della dieta europea, lo xitomatl – questo il nome con cui gli Aztechi chiamavano il frutto rosso – è infatti nativo di queste terre ed è stato portato nel Vecchio continente solo a metà Cinquecento dal condottiero spagnolo Hernán Cortés. Ogni popolo che è passato da queste terre (secondo alcuni studiosi orientali i Cinesi giunsero in America meridionale mille anni prima di Colombo) ha portato i suoi piatti, che qui sono rimasti vivi nella tradizione al contrario di quanto è spesso accaduto nei Paesi d’origine. Non stupisce quindi che ogni visitatore trovi in Sudamerica un pezzo della propria cultura.
Vitigni a bacca rossa

Vini Colchagua Valley più venduti

Vendita vini Colchagua Valley online

 2 
89
Produttore Los Vascos (Rothschild)
Tipologia Bianco fermo
Regione: Colchagua Valley
Vitigni: 100% Sauvignon
Alcol: 13,50% in volume
Formato: 0,75 l Standard
Caratteristiche Speciali:
€ 12,44
Prezzo IVA inc.
Ultime 2 bottiglie
 Acquista
88
Produttore Los Vascos (Rothschild)
Tipologia Rosso fermo
Regione: Colchagua Valley
Vitigni: 100% Cabernet Sauvignon
Alcol: 14,00% in volume
Formato: 0,75 l Standard
Caratteristiche Speciali:
€ 10,99
Prezzo IVA inc.
Ultime 2 bottiglie
 Acquista
 2 
Dicono di noi
Newsletter

Sconti fino al 30%!

Nella nostra enoteca online potrai trovare la vendita dei migliori vini e distillati al miglior prezzo. Iscriviti alla newsletter e sarai informato in anteprima sulle nostre promozioni.

 

Leader nella vendita vino online e vendita distillati online. Accettiamo:
Sito altre nazioni:
Xtrawine Hong-Kong
Enoteca online certificata:
 ·  Via Campo dei fiori 4 (Gigante) · 47122 Forli' (FC) - Italy · C.F./P.Iva IT03868400403 - C.C.I.A.A. FO319770 · Cap. soc. 50.000€ i. v. ·   Tel: +39 054327235 · Cell: +39 3929293918

Prodotto aggiunto al carrello