Vendita vino online su Xtrawine
Meo Camuzet

Meo Camuzet

Vendita vini meo camuzet Per più di quattro secoli la famiglia Méo è stata dedicata alla coltivazione della vite e alla vinificazione. Il villaggio della Borgogna di Selongey, a nord della Côte d'Or, è la culla. Anche se oggi, purtroppo, la vite è scomparsa, una sala pressatura risalente all'anno 50 attesta la presenza di vignaioli gallo-romani. Dalla metà del 19 ° secolo, i bambini MOE scelgono il percorso di studio. Il bisnonno di Jean-Nicolas era un insegnante, suo nonno era un ingegnere di ponti e suo padre Jean MEO, un politecnico e ingegnere minerario. In seguito, Jean sarà eletto membro del Parlamento europeo e siederà al Consiglio di Parigi.

È attraverso la madre di Jean Méo, Marcelle Lamarche-Confuron, di una vecchia famiglia di enologi di Vosne (già con una piccola attività commerciale) che la Méo allestirà un negozio nel Vosne-Romanée. La nonna di Jean Meo è il primo cugino di Etienne CAMUZET, un personaggio colorato. Enologo nel Vosne-Romanée, Etienne CAMUZET (1867-1946) è il sindaco del villaggio e di più, vice della Côte d'Or dal 1902 al 1932. Nel 1920, ha l'opportunità di acquistare il castello di Clos de Vougeot con le viti, ma non vive lì, preferendo ospitare i suoi mezzadri (con le sue attività politiche, non ha più tempo per sfruttare i suoi vigneti). Lo venderà nel novembre del 1944: il castello ha effettivamente sofferto della guerra. Aveva (già!) Capito l'interesse per la Borgogna di avere un tempio del vino per aiutare la sua promozione. Etienne Camuzet scelse quindi di trasmetterlo alla Confraternita dei Cavalieri Tastevin. Per quanto riguarda le vigne, sono gli ultimi 20 ettari di Clos che sono in vendita ... Etienne Camuzet chiede ai suoi colleghi viticoltori di Vosne-Romanée di acquistarli. Lui stesso manterrà 3ha, ai piedi del castello.

Alla morte di Etienne Camuzet (1946), sua figlia, Maria Noirot, ereditò la proprietà del padre e tenne i mezzadri. Ma non ha figli e quando morì nel 1959, lasciò in eredità il regno a suo nipote Jean Méo, che all'epoca aveva già lasciato Vosne Romanée e dal 1958 era nel gabinetto del generale de Gaulle. Avendo regolarmente strofinato le spalle con lo zio Etienne che lo aveva reso partecipe del culto della vite inculcando il rispetto e l'amore per il vino, l'ultimo della Méo, non riusciva a fermare la saga della famiglia del vino. Decide di conquistare la tenuta, con l'aiuto di suo padre Gaston all'inizio, poi di sua madre. Jean Méo può quindi rimanere con il General de Gaulle e guidare una carriera parigina che lo porterà a guidare successivamente grandi compagnie: ELF, France Soir, The Havas Agency, l'Istituto francese del petrolio ... Viene anche eletto Assemblea europea e sedette al Consiglio di Parigi. Durante questo periodo, si affida a quattro mezzadri, tra cui il grande enologo Henri Jayer. Questo è stato uno dei primi a vinificare ricorrendo sistematicamente al controllo delle temperature, proponendo la freschezza e il frutto, e così abbellendo il naso e la consistenza del vino. Jean Méo gestirà la tenuta dal 1959 al 1984, data dalla quale si rivolge alla nuova generazione.

Nel 1981, Domaine Camuzet divenne Méo-Camuzet ei primi vini imbottigliati con questo nome sono quelli della vendemmia del 1983.
Jean Méo e sua moglie Nicole hanno avuto 3 figli: Isabelle, Angeline e Jean-Nicolas. Nel 1984, Jean Méo offre a suo figlio di prendere in mano le redini della tenuta. Jean-Nicolas, a soli 20 anni, studente dell'ESCP (Sup de Co Paris), non è pronto a diventare un enologo. Dopo 8 giorni di riflessione, ha accettato di provare, è laureato (non senza una visita alla Università di Borgogna per studiare enologia) e dagli Stati Uniti presso l'Università della Pennsylvania e poi tornare a vivere in Vosne -Romanée nel 1989. Ha cominciato a bagnare la zona del vigneto, vinificazione con un mentore, il padre, naturalmente, ma Henri Jayer che, ritirandosi, tuttavia accettato di condividere la sua esperienza fare tecnica e la sua arte della vinificazione. Christian Faurois, figlio e nipote di altri storici inquilini della tenuta, gli insegna la vigna e trasmette la sua passione per il campo. Rapidamente, Jean-Nicolas, godendo il vento del cambiamento comincia a soffiare nella regione, esprime le sue opinioni, cercare nuove esperienze e riesce a creare il suo metodo tutto suo, continua a raffinare. A quel tempo, la vendita in bottiglia sotto il nome di campo Meo-Camuzet aveva già iniziato (con l'annata 1983), con decisione Jean Meo che aveva subito cui la grande esportazione, compresi gli Stati Uniti. In precedenza, i vini sono stati venduti a Beaune o Nuitons commercianti e qualche bottiglia conservati per la famiglia indossavano Camuzet o Widow Noirot-Camuzet label "Jean Meo, titolare Vosne-Romanée." Il nostro vino nuovo, da una scuola di business valorizza il suo vino con la creazione di una rete di distribuzione all'estero, dove sarà selezionato da importanti sommelier, il che spiega il posto unico di Meo-Camuzet nella grande restauro.

Dal 2008 i mezzadri sono andati in pensione e Jean-Nicolas coltiva tutti i vigneti della tenuta. Il suo problema principale è gestire l'offerta insufficiente di fronte a una domanda crescente. Quindi, nel 2003 ha deciso, insieme alle sue sorelle, creare una società commerciale di rispondere un po 'meglio alla domanda e ampliare la sua gamma di vini più accessibili. Così sono nati i fratelli e sorelle Méo-Camuzet con un'etichetta distinta. Ma il commercio visto da Jean-Nicolas non è tradizionale. Infatti egli acquista colture in piedi in Fixin, Marsannay, Borgogna o altro, ma questo è molto più di un semplice acquisto dell'uva perché molte procedure vengono eseguite durante la stagione dalle squadre sul campo e queste trame sono la maggior parte ha seguito per diversi anni, il che consente di avere una vera conoscenza dell'enologo. In realtà, si avvicina a un contratto di locazione di terreni.

Oggi, la tenuta Méo-Camuzet è una delle più famose della Borgogna. Jean-Nicolas e il suo team continuano a lavorare al naso e al gusto dei loro vini, nel rispetto della natura, dell'amore per il suolo e del commercio. Jean-Nicolas è sposato. Con la moglie Nathalie, avevano tre figli, Adrian, nato nel 1993, nel 1996 e Tristan Severin nel 2000. Una nuova generazione di ingegneri e produttori di vino, è troppo presto per scrivere questa pagina di storia ...

Immagini Meo Camuzet

Cartina
Borgogna
Maggiori informazioni

Informazioni su Meo Camuzet

Nome
Meo Camuzet
Regione:
Indirizzo
Vosne-Romanée (France)
Sito web


Vendita vini Meo Camuzet online

 3 
90
XW
90
RP
90
VO
91
Produttore Meo Camuzet
Tipologia Rosso fermo
Regione: Borgogna
Vitigni: 100% Pinot Nero
Alcol: 12,50% in volume
Formato: 0,75 l Standard
Caratteristiche Speciali:
€ 140,30
Prezzo IVA inc.
Ultime 2 bottiglie
 Acquista
92
WS
95
VO
93
Produttore Meo Camuzet
Tipologia Rosso fermo
Regione: Borgogna
Vitigni: 100% Pinot Nero
Alcol: 13,00% in volume
Formato: 0,75 l Standard
Caratteristiche Speciali:
€ 268,40
Prezzo IVA inc.
Ultime 5 bottiglie
 Acquista
91
XW
93
Produttore Meo Camuzet
Tipologia Rosso biologico fermo
Regione: Borgogna
Vitigni: 100% Pinot Nero
Alcol: 13,50% in volume
Formato: 0,75 l Standard
Caratteristiche Speciali:
€ 155,55
Prezzo IVA inc.
Ultime 6 bottiglie
 Acquista
 3 
Dicono di noi
Newsletter

Sconti fino al 30%!

Nella nostra enoteca online potrai trovare la vendita dei migliori vini e distillati al miglior prezzo. Iscriviti alla newsletter e sarai informato in anteprima sulle nostre promozioni.

 

Leader nella vendita vino online e vendita distillati online. Accettiamo:
Sito altre nazioni:
Xtrawine Hong-Kong
Enoteca online certificata:
 ·  Via Campo dei fiori 4 (Gigante) · 47122 Forli' (FC) - Italy · C.F./P.Iva IT03868400403 - C.C.I.A.A. FO319770 · Cap. soc. 50.000€ i. v. ·   Tel: +39 054327235 · Cell: +39 3929293918

Prodotto aggiunto al carrello