Catarratto Bianco Lucido

Catarratto Bianco Lucido

Informazioni su Catarratto Bianco Lucido

Vitigno Catarratto Bianco Lucido
Sinonimi catarrato lustro, castellaro (isole Eolie).
Colore bacca Bacca bianca
Diffusione originale Autoctono
Vigoria Buona
Maturazione Dal 20 agosto al 20 settembre.
Produttività Molto abbondante e costante.
Zone di coltivazione E' particolarmente diffuso in Sicilia.
Storia La sua origine si perde nella notte dei tempi, essendo tra i più antichi dell'isola. Le prime testimonianze scritte sono del 1696 ad opera del Cupani nel 1696 e successivamente si deve arrivare al 1970, quando Pastena descrive quattro diverse varietà di Catarratto: il Catarratto comune o latino, il Catarratto lucido spargolo, il Catarratto lucido serrato e il Catarratto lucidissimo o extra lucido.
Caratteristiche ampelografiche Foglia: piccola o media, orbicolare o tondeggiante, qualche volta anche sub-reniforme; quinquelobata; seno peziolare a V chiusa o a bordi sovrapposti; seni laterali superiori profondi a lira chiusa od a bordi sovrapposti; seni laterali inferiori poco marcati o, addirittura, appena accennati; a V più o meno larga o a bordi paralleli; lobi, in genere, meno marcati di quelli del "Catarratto bianco comune" e contorti; angolo alla sommità dei lobi terminali ottuso; pagina superiore di colore verde-chiaro, superficie del lembo ondulata o bollosa, quasi glabra; pagina inferiore di colore verde pallido, aracnoidea più o meno intensa; nervature di I ordine, sia sulla pagina superiore che su quella inferiore verdastre; poco appariscenti; lembo di media consistenza e contorto; denti a margini quasi rettilinei o leggermente concavi; irregolari; a base stretta. Grappolo: medio, cilindrico, piuttosto allungato; semplice, qualche volta alato; compatto o eccessivamente compatto; lunghezza media del grappolo cm 16; peduncolo legnoso, di media lunghezza, piuttosto sottile, color nocciola; pedicello corto o medio, sottile, verde, con cercine poco evidente e non verrucoso; pennello corto, incolore. Acino: medio o piccolo (più piccolo di quello del "Catarratto bianco comune"), sferoide od ellissoide marcato, regolare, con sezione trasversale regolare (circolare); buccia giallo-dorata, con distribuzione regolare del colore, lucida, pruinosa, spessa; ombelico persistente; polpa succosa, a sapore dolce (lievemente meno dolce di quella del "Catarratto bianco comune") e semplice; succo incolore.
Caratteristiche del vino che si ottiene con questo vitigno Vinificato in purezza ha un colore giallo paglierino che tende al dorato. L'impianto olfattivo è fruttato e leggermente floreale, con profumi di caprifoglio e agrumi, limone in particolare, su un fondo di erbe aromatiche. Il palato è molto alcolico e strutturato, ma il sapore risulta piuttosto piatto anche se la bocca esprime una notevole freschezza e una certa acidità.
Note Resistenza alle avversità meteoriche, malattie e parassiti: il vitigno è, in genere, abbastanza resistente alle malattie parassitarie, ai forti calori ed alla siccità; il grappolo lo è meno verso l'oidio, le tignole e la muffa grigia, a causa della compattezza del medesimo. Nel marsalese è stata notata una certa recettività della cultivar verso la fumaggine.
Autoctono
(Locale)
Vendita vini Autoctono - (Locale)

Immagini Catarratto Bianco Lucido

Siamo spiacenti, nessun risultato trovato per questa ricerca.

Dicono di noi
Newsletter

Sconti fino al 30%!

Nella nostra enoteca online potrai trovare la vendita dei migliori vini al miglior prezzo. Iscriviti alla newsletter e sarai informato in anteprima sulle nostre promozioni.

 

Leader nella vendita vino online. Accettiamo:
Enoteca online certificata:
 ·  Via Campo dei fiori 4 (Gigante) · 47122 Forli' (FC) - Italy · C.F./P.Iva IT03868400403 - C.C.I.A.A. FO319770 · Cap. soc. 50.000€ i. v. ·   Tel: +39 054327235 · Cell: +39 3929293918

Prodotto aggiunto al carrello